RAI: esodo del personale tenuto all’oscuro dei sindacati

23 Gennaio 2019

RAI: esodo del personale tenuto all’oscuro dei sindacati

Le organizzazioni sindacali della RAI UGL informazione e LIBERSIND Confsal apprendono con preoccupazione che nella riunione del CdA Rai previsto per domani verranno prese importanti decisioni riguardo il massiccio esodo dei lavoratori verso la sede di Via Val Cannuta in Roma necessario per avviare i lavori di bonifica da amianto della storica sede di Viale Mazzini 14 poiché il piano di trasferimenti avrà grande impatto nella vita quotidiana dei dipendenti costretti a raggiungere una zona periferica priva di idonei mezzi di collegamento e di servizi.

La Rai, pur in possesso da tempo di un piano assai dettagliato, si è guardata bene dall’informare i rappresentati dei lavoratori, questo è quanto denunciano le due organizzazioni sindacali, quasi come se esistesse una strategia del silenzio teso a forse a non divulgare ad esempio i criteri di aggiudicazione con i quali si erogherà ad un soggetto terzo una rilevante quota di denaro pubblico per l’affitto dei locali.

UGL Informazione e LIBERSIND Confsal chiedono alle forze politiche presenti in Commissione di Vigilanza sulla RAI di far piena luce sul piano in questione e verificare se sono state rispettate tutte le procedure di gara, poiché si assiste ad una improvvisa quanto anomala accelerazione del processo.