Incontro sindacale del 26 marzo

27 Marzo 2020

Incontro sindacale del 26 marzo

Ieri 26 Marzo 2020 si è tenuta la riunione in videoconferenza tra le segreterie nazionali di SLCCGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL, FNC-UGL, SNATER, LIBERSIND-CONFSAL e l’Azienda, per affrontare il tema della gestione del personale senza incarichi di lavoro.

I temi trattati sono stati:

  • FAP, cessione ferie e recuperi arretrati;
  • disposizione Emergenza (DE), rotazione tra chi lavora in presenza e chi è in DE, rotazione tra i vari istituti per chi non lavora in presenza;
  • possibilità di utilizzare il personale senza incarico per attività diverse ma affini a quelle del proprio mansionario.

FAP: L’Azienda in apertura ha specificato che il codice FAP è un identificativo dell’assenza, e solo successivamente provvederà alla copertura di queste giornate con opportuni giustificativi ancora da definire.
In tutti gli interventi le OO.SS. hanno ribadito di non considerare percorribile l’utilizzo delle ferie 2020 per questi lavoratori (attualmente 684 in FAP).

L’Azienda ha quindi riproposto lo strumento della cessione solidale delle ferie, strumento in via di affinamento che dovrebbe, a consuntivo, compensare il numero delle giornate FAP col bacino (o banca ferie) che si sta costituendo. In particolare, tale meccanismo è già stato proposto a Dirigenti e Giornalisti, dando facoltà a queste categorie di cedere una quota-parte delle loro ferie e permessi arretrati, in favore dei lavoratori e delle lavoratrici in FAP.

L’Azienda ha proposto alle OO.SS. di estendere lo stesso meccanismo ai dipendenti, per costituire un’unica banca ferie di tutti i lavoratori della RAI. Le OO.SS., preso atto della proposta, hanno precisato la loro posizione in merito:

  1. Il meccanismo, avrà validità per il solo periodo emergenziale.
  2. Le ferie arretrate versate volontariamente dai lavoratori nella banca ferie gestita dall’Azienda, dovranno essere distribuite con criteri certi e trasparenti ai lavoratori in FAP, sprovvisti a loro volta di un sostanzioso numero di ferie e recuperi arretrati.

Le OO.SS. hanno quindi dato il loro placet alla partenza di questo meccanismo di ferie solidali, che, in questa prima fase, si sostanzierà nella cessione – esclusivamente su base volontaria – di parte delle ferie e recuperi arretrati dei dipendenti che vorranno aderire a questo atto di liberalità.

Per la distribuzione ai lavoratori in FAP le OO.SS. verificheranno la proposta operativa che l’Azienda sta approntando e che verrà presentata in occasione della prossima riunione.

Le OO.SS. hanno inoltre proposto: aumento delle DE (oltre che in Produzione TV, anche nelle Testate e Reti); estensione dello Smart Working a figure ancora escluse; reperibilità; formazione da casa.

Si è anche chiesto all’Azienda di monitorare attentamente lo stato del bilancio economico, conseguente alla crisi industriale indotta dall’emergenza sanitaria. Alla luce di questo ulteriore approfondimento, Il Sindacato ha raccomandato una particolare attenzione, fin da ora, perché la ripresa futura delle attività in ambito editoriale dia assolutamente priorità al lavoro interno, sempre nel rispetto delle normative sanitarie contro il sovraffollamento degli ambienti di lavoro.

L’Azienda si è riservata di valutare ognuna di queste proposte e ne verificherà la concreta fattibilità. Ha inoltre proposto un utilizzo del personale senza incarico in mansioni diverse nell’ambito del medesimo livello contrattuale.

Le OO.SS. hanno ribadito che, se tale operazione riguardasse eventuali demansionamenti, non darebbero il loro assenso ad alcun accordo di questo tipo. Anche in situazioni emergenziali, la strada maestra è quella di muoversi all’interno dei confini previsti dalla contrattazione vigente che, nello specifico, prevede la possibilità di applicare il personale a mansioni affini sempre a parità di livello.

DE – ROTAZIONI. Il personale attualmente in Disposizione Emergenza è superiore ai 150 previsti (più di 160). Le OO.SS. hanno chiesto una rotazione per dare il cambio agli operativi attualmente in produzione e produzione news che, a loro volta, andranno a disposizione in un meccanismo di alternanza delle squadre di lavoro, laddove sia possibile l’intercambiabilità. Per il restante personale senza incarico, l’Azienda prevede una rotazione tra i vari istituti, DE da una parte e RR, RNL e FAP dall’altra per avere un’uniformità di trattamento tra i vari colleghi dello stesso reparto.

L’Azienda ha dato inoltre ampie rassicurazioni sul fatto che, tutti i colleghi in attesa di assunzione a TI, (TD vincitori di selezione e categorie protette), potranno essere stabilizzati.

Saranno quindi rispettati tutti gli accordi sottoscritti, nonostante le difficoltà operative del momento, ivi comprese le selezioni previste, che verranno effettuate a emergenza conclusa. Le parti hanno quindi deciso di aggiornarsi a mercoledì 1 Aprile 2020.

Le Segreterie Nazionali
SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL FNC-UGL SNATER LIBERSIND-CONFSAL